Home Cronache Locali Masone Consiglio Comunale a Masone

Consiglio Comunale a Masone

4 min lettura
0
0
331


La siamo noi
affermano sindaco e consiglieri

Masone. Riunitosi la mattina di sabato 25 settembre, il Consiglio Comunale ha esaminato alcuni argomenti di ordine generale, quali la ratifica di due variazioni di bilancio e la relazione sugli equilibri di bilancio, presentate dall’assessore Giuseppe Sciutto; la perimetrazione delle zone dell’abitato non raggiunte dalla metanizzazione, affinché i proprietari possano accedere al previsto sgravio tariffario del GPL.
Gran parte della seduta è stata però occupata dalla risposta del sindaco all’interpellanza del consigliere di minoranza Stefano Bessini, a proposito di “quiete pubblica”.
Raccogliendo con gratitudine lo stimolo a riflettere sul tema proposto, il sindaco ha presentato tre pagine scritte, che ha letto e commentato al Consiglio, in cui ha esaminato tutti i possibili argomenti relativi al vivere civile nella nostra collettività. In particolare si è soffermato sull’uso sconsiderato di auto, moto e Ape 50 smarmittate, del mancato rispetto delle normali regole del Codice della Strada, del vandalismo, per giungere sino allo scottante problema dell’abuso giovanile di sostanze alcooliche e stupefacenti, indicando nei genitori coloro che debbono prendere coscienza di tutto ciò e provvedere, anche solo col buon esempio, al controllo della “quiete pubblica” di Masone.
Il consigliere Bessini ha rappresentato la difficoltà, da lui riscontrata, nel mettere in pratica l’ammonizione verbale di un giovane schiamazzante durante la solenne processione della recente festa patronale. Il capogruppo di minoranza, ingegner Enrico Piccardo, ha convenuto circa il ruolo primario che compete ai genitori nell’impartire la corretta educazione ai figli, da cui dovrebbe discendere il buon senso, oltre al buon gusto, per ottenere il rispetto delle norme alla base della convivenza civile.
Anche il capogruppo di maggioranza, Tomaso Nino Macciò, ha convenuto circa l’impossibilità di militarizzare il paese per contrastare la maleducazione, dopo che il sindaco aveva presentato i dati relativi alle forze di contrasto in campo: Carabinieri di Campo Ligure, quattro invece dei previsti sei; Polizia Locale con sette uomini, da Mele a Tiglieto, un traffico sempre maggiore e peggiore, da governare oltre all’attività amministrativa ordinaria. In loro supporto, il consigliere di minoranza Marino Berti, ha proposto di coinvolgere volontari in azioni di controllo autorizzato, tipo i “nonni vigile”.
Il sindaco ha ringraziato per il dibattito costruttivo, invocando l’adozione di misure di controllo di tipo elettronico e la chiusura delle aree comunali più esposte all’azione dei vandali nostrani.

Ecco il video della seduta del Consiglio, diviso in due parti:

Consiglio Comunale a Masone
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Masone

Rispondi