Falsa partenza per i bus sostitutivi

7 min lettura
0
0
478
corriera fusa all'autogrill

Parte molto male il servizio sostitutivo dei treni della linea -Genova. Riportiamo il comunicato di Fabio Ottonello sulla pagina facebook “Pendolari Acqui Terme-Genova“:

Buonasera a tutti,
scrivo questo post di riepilogo sui fatti di oggi.
Come molti avranno già appreso dai social network e dalle notizie della rete, oggi, primo giorno feriale di servizio sostitutivo della linea Genova-Acqui, si sono riscontrati alcuni e passi indietro rispetto agli anni passati (la linea chiude ad Agosto da molti anni). La rottura dell’autobus di stamattina, e la conseguente fine corsa all’autogrill del Turchino, può essere anche un caso eccezionale, ma temo non sarà l’unica. Bisogna inoltre valutare se e quale sicurezza sia garantita all’utenza. Riporto di seguito l’articolo pubblicato su Repubblica. L’articolo riporta fedelmente quanto accaduto e quanto ho raccontato personalmente al telefono all’autrice dell’articolo stesso, Valentina Evelli.

“Una partenza con il botto. Neanche il tempo di abituarsi al servizio sostitutivo dei pullman, (partito oggi e in vigore fino a fine mese) che per i della Genova-Acqui è già tempo di sorprese. La prima è arrivata stamattina con il bus delle 6.50 , in partenza da Campo Ligure e diretto alla stazione Principe “Abbiamo sentito subito un odore strano ma il pullman è partito in orario – racconta uno dei – Solo quando ci siamo fermati all’autogrill abbiamo capito che qualcosa non andava”. La sosta inattesa sul Turchino verso le 7.10 e il fumo che continuava a uscire dalle retrovie del pullman: un fuori programma per i d’agosto, già abituati ai ritardi sulla linea che, rassegnati, hanno atteso un nuovo pullman mentre l’orologio continuava a girare. Soltanto verso le 8 il viaggio della passione è continuato, il bus sostitutivo è arrivato a Principe verso le 8.35 con un’ora di ritardo rispetto all’orario previsto. Immediate le proteste dei viaggiatori che si sono scatenate sui social corredati di foto “Corriera sostitutiva delle 6.50 già ferma in autogrill. Se il buongiorno si vede dal mattino.” si legge tra i commenti caricati su Facebook mentre per altri l’odissea è continuata “Arrivata a Principe, corro per prendere un treno per Sturla e il mese di agosto sono stati tagliati anche i treni per Sturla”. Il servizio sostitutivo sulla Genova Acqui continuerà fino al 30 agosto. Per la prima volta chiusura della linea, inizialmente programmata solo per le prime due settimane (dal 4 al 16) per permettere i lavori di manutenzione, è stata prorogata fino a fine mese perché il servizio delle corriere garantirebbe un risparmio maggiore. L’estate calda dei è appena cominciata.”

(http://genova.repubblica.it/cronaca/2014/08/04/news/genova-acqui_il_pullman_sostitutivo_subito_fermo_all_autogrill-93092008/)

Devo aggiungere che purtroppo ho visto in circolazione mezzi un po’ vecchi e credo sprovvisti di aria condizionata (un autobus sprovvistone è un inferno). Chiedo a tutti gli utenti un resoconto delle loro esperienze, per avere o meno conferme. Inoltre mi è parso di percepire un po’ di confusione alle stazioni. In particolare a Principe il personale a terra era sprovvisto di qualsiasi indumento e/o pettorina che lo identificasse come di Trenitalia/RFI.
Infine sugli autobus delle 17 da Genova ad Ovada si sono registrati ritardi di circa 20 minuti. L’autobus su cui ho viaggiato ha percorso l’autostrada in salita da Voltri a Masone con estrema lentezza e, mi pareva, con difficoltà.
Personalmente mi sono già adoperato perché si valuti un intervento dell’Unione e delle amministrazioni della Valle Stura al fine ribadire il diritto ad una mobilità sostenibile per gli utenti e per far presente che sul tema siamo tutti estremamente vigili. Confido anche in una presa di posizione del Comitato Difesa Trasporti Valle Stura ed Orba e dell’Associazione Pendolari dell’Acquese. Auspico anche l’intervento dell’amministrazione di Ovada, soprattutto alla luce del fatto che il Sindaco attualmente in carica è particolarmente sensibile all’argomento.
Ribadisco che è necessario che tutti i cittadini e tutti gli utenti segnalino prontamente qualsiasi disservizio e/o anomalia; è l’unica possibilità che abbiamo per farci sentire e per ottenere condizioni di viaggio, e quindi di vita, migliori.
Un saluto a tutti.
(Le foto dell’accaduto di questa mattina ho prontamente provveduto ad inviarle per mail ai principali organi si stampa, al Presidente della Regione Liguria e all’Assessore ai Trasporti della Liguria direttamente durante la sosta in autogrill!)

autobus in panne all'autogrill autobus in panne all'autogrill

Falsa partenza per i bus sostitutivi
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Comitato Difesa Trasporti

Rispondi