Home Cronache Locali Masone Gestione palestra comunale: interrogazione della minoranza

Gestione palestra comunale: interrogazione della minoranza

5 min lettura
0
0
380
palestra masone

Gestione comunale 
Interrogazione della minoranza 
per improprio utilizzo provvisorio 

Masone. Nell’autunno scorso si è interrotta l’attività nella palestra comunale di Villa Bagnara, gestita con la piscina comunale per dieci anni dalla società genovese Palagym. Da allora tre bandi per il suo affidamento sono andati deserti. Il Comune entro il 2013, sfruttando tardivi finanziamenti regionali, ha potuto sostituire le vetrate con serramenti doppi, coibentare l’intero perimetro e la copertura, predisponendo il necessario per il nuovo impianto di riscaldamento. Dopo un anno, con una nuova amministrazione, il 5 novembre un altro bando non ha avuto successo. Pubblichiamo l’interrogazione in merito presentata dal gruppo di minoranza ”Vivi Masone”.

“Da qualche giorno, abbiamo verificato che presso la palestra comunale di Villa Bagnara si svolgono attività sportive di vario genere, tipo, orario e durata.
Le luci di certo sono accese e si presume anche l’impianto di riscaldamento, sebbene le misure messe in atto dalla precedente amministrazione abbiano reso l’ambiente più caldo e confortevole anche a temperatura ambiente.
Proprio oggi è scaduto il termine per la presentazione delle offerte relative al bando per la gestione, purtroppo andato ancora una volta deserto.
Ciò premesso si chiedono esaurienti risposte alle seguenti domande:
1) Quali attività si svolgono in palestra?
2) Da chi, privati e associazioni, sono organizzate e svolte?
3) Chi le autorizza e in conformità a quali criteri?
4) Altre persone o associazione possono fruire della palestra stessa?
5) In quali orari la palestra è occupata e per quanto tempo?
6) Chi paga le spese di elettricità e riscaldamento?
7) Chi apre e chi chiude la palestra?
8) A chi compete la responsabilità assicurativa in caso d’infortunio?
9) Chi verifica, e quindi ripara, gli eventuali danni procurati dai frequentatori?
10) Chi si occupa della pulizia di spogliatoi e servizi igieni, oltre che di quelle generali?
Inoltre non crede signor Sindaco che, in corso di bando per assegnazione della palestra la presenza di altri fruitori, che per giunta in passato hanno scoraggiato possibili gestori, non abbia inficiato la favorevole il buon andamento del bando stesso?
In analoga situazione del recente passato, la Segretaria comunale dottoressa Corbisiero riferì alla Giunta che non si poteva far entrare nessuno in palestra in corso di bando, per motivi di sicurezza e soprattutto perché tale comportamento, da voi disinvoltamente avvallato, avrebbe potuto disincentivare gli eventuali subentranti. E’ cambiato qualcosa in merito?
Infine, dopo aver più volte proclamato la necessità di mettere in pratica ogni possibile risparmio, a fronte di continue riduzioni di bilancio che penalizzano interventi comunali ben più necessari di quelli sportivi vedi, a puro titolo esemplificativo la difficile situazione in cui versa la scuola dell’infanzia “Barone Giulio Podestà”, siamo certi farete pagare agli interessati tutte le spese relative alla frequentazione della palestra di Villa Bagnara.
Come pure siamo altrettanto sicuri che vorrete al più presto predisporre un altro bando, questa volta magari a palestra vuota, in caso contrario farete sapere a tutti i cittadini di Masone, singoli e organizzati, come fare per andare TUTTI quanti nella nostra palestra.
Chiediamo risposta all’interrogazione durante il primo Consiglio Comunale.
Paolo Ottonello, Elio Alvisi, Giuliano Pastorino, Alessandro Porrata”

Gestione palestra comunale: interrogazione della minoranza
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Masone

Rispondi