Home Cronache Locali Masone Museo Tubino Inaugurazione al Museo del ferro Andrea Tubino

Inaugurazione al Museo del ferro Andrea Tubino

6 min lettura
0
0
380
Inaugurazione del nuovo Museo Tubino - Foto di Tommy Pittaluga

Museo del ferro Andrea Tubino
Ascensore e sala conferenze
per lanciare nuove iniziative

Masone. Grande successo di presenze, sabato 14 dicembre, per l’ dell’ascensore panoramico e della sala conferenze, ubicata sotto il tetto del cinquecentesco convento agostiniano che ospita il Museo Civico del ferro “Andrea Tubino”. Ad accogliere gli ospiti il sindaco Paolo Ottonello con la giunta e gli instancabili volontari dell’Associazione “Amici del Museo di Masone”. Il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando è giunto con gli assessori Raffaella Paita, Pippo Rossetti e Giovanni Boitano (foto) che, col parroco Don Maurizio Benzi, dopo il taglio del nastro tricolore, hanno raggiunto in ascensore il terzo piano dell’edificio apprezzando lo scorcio panoramico in un bel tramonto. Lo stupore dei visitatori è continuato sotto le antiche travature della neonata sala conferenze, oggetto di un recupero conservativo che ne ha valorizzato le tecniche costruttive, rustiche ma proprio per questo molto interessanti, come le capriate a vista in legno di castagno in alcuni casi neppure scortecciato.

Il gruppo musicale “I Liguriani” ha dato il benvenuto agli ospiti, tra cui i sindaci dell’Unione Valli Stura Orbe e Leira e il donatore dell’ex convento, dottor Giacomo Cattaneo Adorno (foto). Dopo le arie natalizie molto apprezzate, Giacomo Pastorino ha declamato due sue poesie in dialetto masonese, contribuendo a creare un’atmosfera molto intensa e commovente. Il sindaco ha pronunciato un breve discorso in cui ha tratteggiato le origini del museo del ferro, a cominciare dall’edificio che lo ospita, ha poi introdotto il Conservatore e responsabile delle collezioni, Enrico Giannichedda che ha presentato i diversi contenuti del museo. Ha preso quindi la parola, l’architetto Agostino Barisione, progettista e direttore dei complessi lavori, portati brillantemente a termine dall’impresa rossiglionese Edil Ravera, che ha offerto il rinfresco a base di ottimi formaggi prodotti dall’azienda zootecnica Lavagè.

Infine l’ingegner Tiziano De Silvestri ha presentato il progetto elaborato dall’Unione Comuni S.O.L., in vista della programmazione europea 2014-20 attraverso la quale, per Masone, si svilupperà il tema della pedonalizzazione di Piazza Castello, con la definitiva sistemazione del centro storico, mentre per il museo sono in vista i lavori per recuperare anche gli utilissimi e piacevoli cortili interni.

Raggiunto il piano dove è allestito il ricco e ampliato undicesimo presepe meccanizzato, dei fratelli Tommy e Gianni Ottonello vere colonne portanti del museo, è avvenuta l’inaugurazione delle diverse mostre. Il sindaco ha premiato con una targa il cittadino onorario Mario Vidòr che, per la sedicesima Rassegna Internazionale di Fotografia, espone “Chioggia nei giorni del disagio”. Tre “fotografi masonesi emergenti”: Alfredo Pastorino, Christian Leone e Stefano Siro, hanno esposto i loro lavori apprezzati dal pubblico.

Infine due novità assolute. Il presepe composto di statuine in terracotta, con vestiti e complementi interamente fatti a mano dalla signora Loly Marsano Pisano, affezionata villeggiante con la famiglia nella bella Villa Piaggio.“Memorie di viaggi lontani” è il titolo dell’esposizione di arredi orientali, diplomi, scritti e libri preziosi appartenuti al Comandante Adorno Sacerdote, che ebbe la responsabilità d’importanti transatlantici tra cui il “Conte Grande”, varato nel 1927.

Inaugurazione al Museo del ferro Andrea Tubino
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Museo Tubino

Rispondi