Home Eventi Internet un’opportunità, non un pericolo

Internet un’opportunità, non un pericolo

5 min lettura
0
0
836
Incontro con Polizia postale

Il giorno 5 maggio nell’Istituto Comprensivo Valle Stura si è tenuta una giornata di formazione per alunni e genitori sul tema della sicurezza su Internet.

Gli incontri sono stati condotti dal Direttore Tecnico Capo dott. Roberto Surlinelli e dall’assistente dott.ssa Sara Farina della Polizia Postale di Genova.

Dalle ore 11 alle ore 13, presso la Scuola Media di Masone si è tenuto l’incontro con gli 83 alunni delle 5 classi della scuola; nel pomeriggio si è svolto un secondo incontro nel Teatro della Comunità Montana di Campo Ligure per tutti gli alunni delle classi delle Scuole Medie di Campo Ligure e Rossiglione (circa 120 ragazzi); sempre nel pomeriggio – alle ore 17 – nell’Opera Mons. Macciò, si è tenuto l’incontro per i genitori.

L’ing. Surlinelli ha parlato dell’evoluzione degli strumenti digitali, della necessità di un loro uso consapevole e del ruolo insostituibile di guida e di controllo da parte dei genitori.

Ha presentato la Polizia Postale i compiti che le sono assegnati, precisando che è molto importante fare prevenzione piuttosto che repressione.

Si è soffermato sui pericoli della comunicazione in Internet:

  • non si è mai sicuri sull’identità dell’interlocutore
  • ciò che viene pubblicato su Internet rimane per sempre nella rete web
  • nulla di ciò che avviene è anonimo, è sempre possibile rintracciare chi opera su Internet

Con i ragazzi, in particolare, ha guidato una riflessione sulla differenza tra reale e virtuale precisando che tutto ciò che fanno su internet e quindi sui social network è reale, ha delle conseguenze reali.

Ha illustrato le caratteristiche del cyberbullismo e alcuni casi affrontati dalla Polizia Postale di Genova

Dagli incontri con i ragazzi è emerso che conoscono moltissime app per la comunicazione, alcune delle quali utilizzabili solo da maggiorenni. Molto più ridotto il numero delle app conosciute dai genitori. Ha inoltre evidenziato alcuni rischi legati all’utilizzo delle chat dei giochi on line.

La conclusione non è stata quella di vietare internet ai minori, ma di non rinunciare – da parte dei genitori – al ruolo educativo e di sorveglianza, anche attraverso un adeguato utilizzo delle password dei dispositivi e degli account per il download delle app.

Sul sito dell’istituto comprensivo e sul profilo Facebook dell’Istituto sono stati inseriti materiali utili ai genitori e ai docenti per confronti costruttivi con i ragazzi. Altri materiali verranno inseriti nei prossimi giorni.

L’incontro con i genitori è terminato alle ore 19, con l’impegno di riproporre anche il prossimo anno la giornata di formazione. La Polizia Postale riceve moltissime richieste dalle scuole e non riesce a rispondere a tutte. Speriamo di poter comunque ripetere l’iniziativa… magari con qualche genitore in più.

La Dirigente Scolastica ringrazia l’Assessore Massimo Piana del Comune di Campo Ligure, il signor Lipartiti dell’Opera Mons. Macciò di Masone e i docenti della Scuola Media di Campo Ligure, Rossiglione e Masone per la collaborazione offerta.

Ringrazia i genitori che hanno partecipato e che costituiscono il punto di forza per poter richiedere un intervento della Polizia Postale anche per il prossimo anno scolastico.

Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Intitolato un asteroide al Comune di Rossiglione

Il Comune di Rossiglione dalla sua pagina facebook informa che da pochi giorni il Comune h…