Si è tenuto venerdì 2 maggio presso l’Expo di Rossiglione, l’ultimo evento, in ordine temporale, per festeggiare i 15 anni di Groove Yard, crew locale storica nel panorama reggae italiano.
Dopo The Congos, Beenie Man, Gladiators e Michael Prophet, il cerchio si è chiuso con uno dei più’ grandi, geniali ed ecclettici produttori che il mondo musicale abbia mai prodotto: il Salvador D’ Alì della musica, Lee “Scratch” Perry con cui Bob Marley, a detta di molti, ha prodotto i suoi migliori album.

E considerati i problemi di capienza riscontrati a Genova durante Gladiators e Pioneers, l’organizzazione, in collaborazione con Liguria Reggae, ha deciso di ospitare a Rossiglione questo ultimo importante .

Lee Perry, classe 1936, produttore discografico, musicista e cantante giamaicano, è una delle figure più importanti della musica giamaicana (reggae, dub, ska) e mondiale dell’ultimo mezzo secolo e uno dei personaggi più influenti nella storia del pop mondiale.
Principalmente lavora come produttore musicale, ma anche cantante, musicista, talent scout e fonico, ha lavorato con la maggior parte degli artisti giamaicani sin dagli albori del reggae, anticipandone spesso tendenze ed evoluzioni e continua tutt’oggi ad essere un protagonista della scena reggae producendo album e, di tanto in tanto, esibendosi in concerti dal vivo a dispetto della sua avanzata età.
Il 16 ottobre 2013 Lee Perry ha ricevuto la medaglia d’oro Musgrave giamaicana, assegnata dall’Institute of Jamaica ai cittadini giamaicani che hanno dato contributi eccezionali nel campo letterario, scientifico e artistico.

Lee “Scratch” Perry all’Expo di Rossiglione
Vota questo post

Rispondi