Home Cronache Locali Valle Stura Pesanti e nuovi disagi in Valle Stura

Pesanti e nuovi disagi in Valle Stura

3 min lettura
0
0
279

Pesanti e nuovi disagi
Chiude l’A26 e ferma ATP
ancora caos in Valle Stura

Masone. La terza nevicata di questo freddo “inverno come una volta”, ha procurato notevoli disagi alla circolazione stradale, con pesanti disagi per i pendolari.
Una congiunzione di eventi malaugurati, ma tutt’altro che rari, nelle ore serali di domenica 24 gennaio è iniziata col fenomeno della gelività, la pioggia che gelava a terra a causa della temperatura da giorni abbondantemente sotto zero.
Probabilmente a seguito di questa pericolosa situazione, che nel recente passato ha provocato già vittime sull’A26, verso mezzanotte vi è stato un mega incidente che ha coinvolto molti mezzi, ciò ha richiesto la chiusura dell’arteria autostradale addirittura sino alle otto di lunedì 25, con uscita di mezzi che, giunti a Masone, hanno trovato il casello chiuso.
Risultato: alle prime luci dell’alba il caos!
Tra Campo Ligure e Masone la provinciale 456 era intasata sino alla paralisi, infatti i mezzi dell’ATP non sono potuti uscire dalla nuova rimessa in località Maddalena, ed i pendolari ne hanno fatte le spese, sia non potendo raggiungere la stazione ferroviaria, sia per l’assenza dei mezzi pubblici su gomma per raggiungere il lavoro a Genova.
Per ironia della sorte i treni invece erano puntualissimi, questa volta.
Senza cercare colpe o responsabilità, compito che spetta ad altri, noi segnaliamo la costate fragilità dei trasporti in Valle Stura nonostante la qualità delle vie di comunicazione e l’impegno profuso dagli enti interessati. Al netto dell’eccezionalità degli eventi, però crediamo si debba porre subito rimedio a tale situazione, perché il caos non abbia a ripetersi di nuovo, e peggio: non succedeva da anni che le corriere non potessero prendere la strada verso il capoluogo.
La Società Autostrade poi dovrebbe farsi maggiormente carico delle pesanti conseguenze che riverbera sulla provinciale del Turchino, e su Masone in particolare, in occasione delle sempre più frequenti chiusure totali dell’A26, nonostante le tre corsie a disposizione.
Meditate gente, meditate.

Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Valle Stura

Rispondi