Home Notizie Rafforzamento controlli di AMT e ATP

Rafforzamento controlli di AMT e ATP

3 min lettura
0
0
293
corriera ATP

Mentre il biglietto unico integrato Bus + Treno va in pensione, tenta la carta di rafforzamento dei controlli per arginare il fenomeno dei viaggiatori “a scrocco”.

Così, a distanza di una settimana dall’inizio dei controlli, i dirigenti scoprono che l’evasione del 5% stimata in media, raggiunge punte del 12,5% in alcune zone e in determinate fasce orarie anche il 30%: la stima fatta sarebbe solo vera in pochissime zone (esempio piazza Verdi).

Se si pensa al giro di affari totale portato dai cittadini paganti, la percentuale di furbetti crea un buco di alcuni milioni di euro, una buona fetta di quelli che occorrono per risanare le casse dell’Azienda Trasporti Municipalizzata.

Da Amt minimizzano il fenomeno, in questi giorni destinato a scendere: forse però sarebbe opportuno pensare a quello che succederà dopo, quando “i portoghesi” del biglietto non si sentiranno più col fiato sul collo!

Sull’altro versante del pubblico su gomma, i lavoratori di , saranno chiamati a esprimersi sull’accordo siglato il 19 marzo in Regione, con un referendum che si terrà martedì 1 aprile.

La situazione, però, è molto tesa, tanto che, nel corso dell’ultima assemblea i sindacati sono stati duramente contestati. “Una parte dei 200 lavoratori intervenuti – ha spiegato Silvio Firpo, segretario aggiunto Uiltrasporti – ci ha impedito di svolgere il nostro lavoro e non ci hanno fatto parlare”.

I sindacati erano andati a spiegare l’accordo che pone le basi certe affinché il Tribunale di Genova omologhi il piano di risanamento e scongiuri il fallimento.

L’intesa, oltre al mantenimento del controllo pubblico, prevede anche il reintegro dal 1 maggio 2014 un ritorno a circa il 94% della retribuzione netta. A pesare sull’accordo, però, c’è anche il problema delle cause, intentate da oltre 200 lavoratori.

“Le vertenze sono scelte individuali, noi non possiamo dire nulla – spiega Antonio Vella segretario Fit Cisl Genova – noi portiamo avanti quello che abbiamo sottoscritto. Se l’accordo verrà respinto non sarà data l’omologa dal tribunale e l’azienda rischia il fallimento“.

 

Rafforzamento controlli di AMT e ATP
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Notizie

Rispondi