Home Eventi Sport Ancora buone notizie per il judo masonese

Ancora buone notizie per il judo masonese

2 min lettura
1
0
1,309
judo-10-maggio-2015

Domenica 10 maggio 2015 tre judoka di masone hanno partecipato alle finali nazionali uisp a Jesi (An).

Al termine della gara, di comunque buon livello, Sara D’Agostino conquista il titolo, medaglia d’oro, nella sua categoria (48 kg cadetti) confermando ulteriormente di essere ormai atleta di interesse nazionale. Tre incontri vinti prima del limite e una finale al cardiopalma vinta all’ultimo secondo con un’azione di jugi katame di veramente pregevole fattura.

Ottima prestazione di Yama Danielli che, finalmente, ottiene un importante risultato a conferma che i sacrifici in allenamento alla lunga rendono. Medaglia di bronzo per lui in una delle categorie in assoluto più difficili (66 kg cadetti), sconfitto solo e per pochissimo dall’atleta classificatosi primo.

Per entrambi conquista della cintura nera.

Buona gara di Nicolo’ Gamarino, quinto, che migliora di gara in gara.

Ma gli impegni non finiscono mai: il 17/05 gara a squadre a Prato per i piccoli del 2004 2005 e 2006: il 24/05 tutti a Genova per la Festa dello sport; e poi il 29.30.31 maggio a Coimbra (Portogallo) dove Sara D’Agostino sarà presente al “ European cup”.

Franco Benotti

judo-10-maggio-2015

Ancora buone notizie per il judo masonese
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Sport

Un Commento

  1. Elena

    16 maggio 2015 at 12:33

    Rispondo in merito all’articolo di Sara D’Agostino per il primo posto Nazionali UISP.

    Prima di pubblicare vanti con dettagli tecnici, ci si dovrebbe assicurare che non ci siano video che possano comprovare gravi negligenze sia arbitrali che dell’atleta.

    Faccio presente che Sara D’agostino ha ripetutamente messo le mani in faccia ad Alessia Tedeschi (senza ricevere sanzione) ed ha effettuato lo strangolamento dopo il mate dato dall’arbitro e mentre questo era di spalle (quindi non ha potuto interrompere l’azione nonostante Tedeschi stesse battendo sul tatami).
    Tedeschi ha subito lo strangolamento poiché, a seguito mate, si stava già alzando non preoccupandosi più della difesa; questa scorrettezza poco dignitosa ha compromesso fisicamente Alessia e il risultato della gara. Verifichiamo anche i punti in Ranking List federale, per capire lo spessore degli atleti…

    Questo non è primo posto al podio ma hansoku make meglio conosciuto come SQUALIFICA.

    Se vorrete visionare il video con audio perfetto (dove si sente il mate e si può visionare la grave scorrettezza della D’agostino) provvederò a pubblicarlo su you tube prima di consegnarlo alla commissione nazionale arbitri…
    Se non ricordo male anche l’arbitro in questione era della regione Liguria.

    Resto a disposizione degli interessati per un confronto e uno scambio di prove oggettive.

    Cordiali saluti
    Elena

    Rispondi

Rispondi