Home Cronache Locali Masone Consiglio Comunale a Masone

Consiglio Comunale a Masone

5 min lettura
0
0
471
Comune di Masone - Vista di notte - Foto di Xagena


Tre interrogazioni
articolate risposte

Masone. Giovedì 27 novembre si è tenuto il Consiglio Comunale, all’ordine del giorno alcune variazioni di bilancio, votate all’unanimità e le tre interrogazioni presentate dal gruppo di minoranza Lista Civica “Vivi Masone”.

Come di consueto il sindaco ha aggiornato il Consiglio su alcuni passaggi amministrativi, in particolare quelli concernenti le problematiche alluvionali che hanno colpito e purtroppo continuano a colpire il nostro paese. Nonostante i nostri danni siano stati di entità minore rispetto agli altri due centri valligiani, Enrico Piccardo ha ricordato anche l’entità dei danni riferibili all’evento del 18 agosto, che non hanno ancora avuto ristoro da parte della Regione. E’ tuttora pericolosamente attiva la frana che insiste sull’alveo del torrente Stura in località Regalli, a monte dell’abitato della frazione San Pietro e del concentrico. In caso di crollo definitivo potrebbe formarsi un argine con pericoloso accumulo d’acqua. Tra le buone notizie, c’è il contributo regionale di circa ottantamila euro erogato per le misure di massima urgenza subito poste in atto. Il Parco Beigua ha erogato diecimila euro, sempre per i danni alluvionali.

Per quanto riguarda le interrogazioni, alla prima sulla palestra comunale di Villa Bagnara, frequentata da associazioni sportive del paese durante il bando per cercare un gestore, il sindaco ha risposto di aver agito in prima persona, senza consultare la Segretaria Comunale, “per utilizzare spazi adeguati per gli sportivi, che hanno firmato un documento in merito e si sono impegnati al pagamento del consumo elettrico e delle pulizie”. In futuro la palestra, dopo quattro bandi deserti, sarà affidata al Circolo Endas della CRI, con sede nella bella villa Bagnara. Molto auspicabile sarà la sinergia generale e il controllo e utilizzo del parco circostante. Sarà regolato anche il parcheggio interno con corretti dissuasori che consentiranno l’accesso solo al personale del soccorso.

La seconda interrogazione, relativa alla scarsissima osservanza del codice della strada e dell’educazione civica in paese, il sindaco ha informato di aver preparato col comandante della Polizia Locale, Lorenzo Cagnolo, la riorganizzazione dell’impiego dei vigili in modo da averne sempre uno fisso, a turnazione, nei tre centri principali dell’Unione, per evitare spreco di carburante e garantire finalmente una presenza costante. Vedremo se ce la faranno.

Per quanto riguarda la chiusura dei gabinetti di Via Piave, oggetto della terza interrogazione della minoranza, sempre il sindaco ha spiegato che l’intervento è stato reso indispensabile per scoraggiare malintenzionati e disturbatori della quiete pubblica, in notturna. Il consigliere Giuliano Pastorino ha obiettato che comunque la chiusura dei servizi pubblici segna una sconfitta dell’amministrazione, che poteva mettere in atto altri tipi di deterrenza, inoltre per lo stesso motivo sono stati spostati i raccoglitori di cartone, utilizzati come chiusura.

Consiglio Comunale a Masone
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Masone

Rispondi