Home Cronache Locali Unione dei Comuni Parte l’Unione dei Comuni

Parte l’Unione dei Comuni

6 min lettura
0
0
265
Unione di Comuni -SOL

Primo esempio ligure
Parte Unione Comuni
Valli Stura Orba Leira

Unione di Comuni -SOL
Unione di Comuni -SOL

Masone. Evento storico sabato 30 aprile 2011 quando, alle ore 15,30 presso la sala del Consiglio Comunale di Masone, il sindaco di Rossiglione Cristino Martini, come prevede lo Statuto presiederà il primo Consiglio dell’Unione Comuni Valli Stura Orba e Leira. Accanto a lui siederanno i sindaci di Mele, Benedetta Clio Ferrando, di Masone, Paolo Ottonello, di Campo Ligure, Andrea Pastorino e di Tiglieto, Michelangelo Carlo Pesce, più i dieci consiglieri in rappresentanza delle maggioranze e minoranze comunali, assistiti dal segretario prescelto dottoressa Rosalia Corbisiero.
Il nuovo organismo sovra comunale prende il via a seguito della soppressione delle Comunità Montane, decretata dalla a far data del prossimo primo maggio. La nostra Unione è finora l’unica che prenderà subito avvio, mentre analoghe situazioni si chiariranno solo nel corso dell’anno, per dare seguito senza soluzione di continuità alla gestione delle competenze rimaste tra quelle prima in capo alla Comunità Montana Valli Stura, Orba e Leira: Servizio di Polizia Locale; Raccolta Rifiuti Solidi Urbani e differenziata; contrasto del randagismo e canile.
La corsa contro il tempo, che durante gli ultimi mesi ha visto sindaci ed amministrazioni comunali strenuamente impegnati in riunioni tecniche e passaggi burocratici molto complessi, ha dato luogo al raggiunto primato regionale che tutti auspicano sarà adeguatamente riconosciuto in sede di assegnazione di contributi per l’avvio della macchina operativa, che dovrà muoversi in un contesto del tutto nuovo, ricco d’incognite di ogni genere.
La sede legale ed operativa del nuovo ente pubblico per il momento sarà ubicata presso l’edificio di Campo Ligure, dove continuerà ad operare l’ufficio del liquidatore della Comunità Montana, il cui personale è stato in gran parte assorbito dalla Regione Liguria, ma che manterrà per qualche tempo alcune attività e contatti in loco. L’Unione parte col personale della Polizia Locale, forte di sei effettivi, più un’impiegata proveniente dalla soppressa Comunità Montana Argentea, integrata nel servizio stesso che ha sede a Masone. Ogni Comune collaborerà con risorse proprie alla gestione dell’ente, almeno sino al termine del periodo provvisorio che si prevede durerà per l’anno in corso, durante il quale dovrebbero giungere concrete indicazioni e contribuzioni regionali, di tipo normativo ed economico.
Per la maggioranza dei cittadini non dovrebbe cambiare molto, anzi si potrà dare subito seguito ad operazioni ed iniziative previste o già avviate, ad esempio l’intensificazione della raccolta differenziata e l’avvio di interventi sui corsi d’acqua, in collaborazione con la Provincia di Genova. Inutile però nascondere un po’ d’amarezza per come sono andate le cose, sui tempi ed i modi cui si è stati costretti, ma soprattutto per il quadro futuro che si presenta ricco più di preoccupazioni che di certezze, in un contesto generale che per i piccoli Comuni era e rimane molto delicato, se non drammatico, almeno sino al 2014.
Una nota rasserenante. Lo stemma dell’Unione Comuni Valli Stura, Orba e Leira, che verrà presentato nel primo consiglio, si compone di un punto color arancio, simbolico di Tiglieto, posto al vertice di una esse verde, la Valle Stura, che si chiude con Mele in due tratti azzurri: il torrente Leira che sfocia nel Mar Ligure; sotto l’acronimo S.O.L. che sta per Unione di Comuni Stura, Orba, Leira.
Speriamo porti fortuna.

Parte l’Unione dei Comuni
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Unione dei Comuni

Rispondi

Leggi anche

Raccolta differenziata al 60,1% nell’Unione dei Comuni

L’Unione dei Comuni Stura Orba e Leira ha ottenuto da parte dell’Osservatorio …