Home TeleMasone Documenti Personaggi Improvvisa Scomparsa

Improvvisa Scomparsa

5 min lettura
1
0
445
Giandinoto

Figura esemplare di cristiana

 

IMPROVVISA SCOMPARSA DI AURORA GIANDINOTO

 

Aurora Giandinoto
Aurora Giandinoto

Masone. La notizia dell’improvvisa scomparsa, all’età di 74 anni, di Aurora Giandinoto è stata accolta con dolore anche in Valle Stura ed in particolare a Masone dove la presidente dell’Associazione Missionari con Padre Luigi era conosciuta anche per i suoi trascorsi in località Carmine.

Personaggio stimatissimo per le sue capacità organizzative ma, soprattutto, per la sua straordinaria attività di volontaria sia nella Croce Rossa che, ultimamente, a favore delle iniziative del missionario agostiniano del santuario della Madonnetta di Genova partito, anni fa, per il Brasile e, successivamente, per le Filippine al fine di svolgere il suo servizio pastorale ma anche per alleviare i disagi economici e sociali delle locali popolazioni.

In questi progetti, Aurora Giandinoto si era immersa con infaticabile dedizione organizzando diverse iniziative per sensibilizzare le persone e, ultimamente, per raccogliere fondi allo scopo di realizzare nelle Filippine la “Città dei Ragazzi”, una struttura in grado di accogliere i numerosi giovani senza famiglia, ospitati nell’ex carcere municipale di Cebu, come ha documentato un sevizio televisivo della Rai realizzato dal giornalista Tarcisio Mazzeo.

Numerosi messaggi di affetto e rispetto per Aurora Giandinoto sono stati ricevuti, in occasione della sua scomparsa, da Padre Luigi.

Ne riportiamo alcuni:

“Certo, mancherà molto la sua tenerezza, la sua delicatezza, la sua umiltà,  il suo abbandono totale alla provvidenza e soprattutto il suo amore infinito per il Signore. E’ stata un grande dono del Signore”

“Consci che la Sua mancanza si farà sentire, siamo certi che Lei vorrà essere da lassù ancora più utile alla causa del Signore. Con affettuosa vicinanza.”

“Guai, cercare di capire… capiremo.
Scrivo a te perchè di Aurora sei stato “padre” e “fratello maggiore”. Lei, in te poggiava e in te vedeva la Grazia di Dio!
E tu hai capito il suo “valore” fatto di preghiera continua (Santa Messa giornaliera) e carità totale, non a tempo perso.
L’ansia di aiutarti sempre più impegnava Aurora totalmente, pur fustigandosi perchè lo riteneva insufficiente.
Conoscevo Aurora da oltre 40 anni e posso testimoniare che la sua vita non aveva altro scopo che aiutare gli altri: e lo ha fatto per tutta la vita. Questa è virtù!
Non ho esitazione pertanto a chiedere, a chiederti (!!!), di promuovere l’avvio della causa di beatificazione di Aurora. Aurora non ha compiuto un atto eroico, ha vissuto la sua vita in modo eroico abbandonata totalmente alla Provvidenza di Dio.
So che il cristiano non deve rattristarsi per la morte terrena, ma io piango la scomparsa di Aurora che mi mancherà come forte sostegno morale e spirituale (con lei ero a mio agio nel parlare di Gesù) confortato dal pianto di Gesù per la morte dell’amico Lazzaro.”

Improvvisa Scomparsa
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Personaggi

Un Commento

  1. tarcisio mazzeo

    11 febbraio 2012 at 21:44

    L’amicizia di Aurora è uno dei doni più grandi e più belli che abbiamo ricevuto.
    Ringraziamo il Signore per avercela data e ricordiamola con il sorriso che mai le abbiamo visto appannarsi.
    Non so se ci siano gli estremi per una beatificazione, so che ha vissuto nel senso profondo della fede e dell’amore per il prossimo, e di tutto questo è stata straordinaria testimone.

    Rispondi

Rispondi