Home Notizie Nuovo calendario venatorio

Nuovo calendario venatorio

3 min lettura
0
0
727
caccia

Il calendario venatorio 2015-2016 del Piemonte, recentemente approvato dalla Giunta regionale, introduce diverse novità rispetto al passato.
Innanzitutto, la si aprirà una settimana dopo: non più l’ultima domenica di settembre, ma il 4 ottobre. Poi, sono state osservate scrupolosamente le direttive comunitarie sulla conservazione e tutela delle specie migratorie: non ci sarà la preapertura della alla tortora a settembre, non si potrà sparare al fischione e alla folaga, per la pernice bianca e la lepre variabile è confermato il divieto di . Non solo: la alla tipica fauna alpina sarà possibile in un solo comprensorio scelto dal cacciatore, e non su più comprensori. Diminuiti anche i carnieri delle specie migratorie, di tortore e quaglie.
Il calendario è stato stilato in piena sintonia con l’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

“Il nostro sforzo – riassume Giorgio Ferrero, assessore regionale alla Caccia – è stato di salvaguardare le specie più a rischio e, più in generale, il patrimonio naturale e ambientale del Piemonte, riconoscendo al contempo la necessità di intervenire sulle specie la cui esplosione demografica sta procurando gravi danni alle colture e rischi alla stessa sicurezza delle persone”.

Su questo versante si inserisce la selezione del cinghiale, possibile dal 15 aprile.
A fronte di queste novità Francesco Bruzzone, cacciatore e capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale della Liguria afferma:

“Questo calendario è caratterizzato da invenzioni di carattere restrittivo del tutto gratuite (…)Il Piemonte vuole mettere in crisi tutto il mondo venatorio, una mossa forse ispirata da chissà quale sogno ambientalista, appiattendosi su di un parere ISPRA che ha dei contenuti difficili da condividere”. Con tono severo conclude dicendo che “Se la pensano in questo modo, gli amministratori del Piemonte abbiano il coraggio di chiudere la caccia, evitando di usare forme di stillicidio per una categoria che merita ben altra attenzione, ben altra conoscenza della materia, ben altro coraggio di fare le giuste scelte politiche, anche in materia di caccia, che il territorio agro-silvo-pastorale richiede”.

  • caccia

    Approvato il calendario venatorio 2015/16

    Tra i numerosi provvedimenti che il Consiglio Regionale è riuscito ad approvare durante l’…
  • caccia-arco-frecce

    Niente caccia con l’arco in Liguria

    Niente caccia con l’arco in Liguria. Lo ha deciso il Consiglio Regionale votando un …
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Nuovo successo per Daniele Oliveri

E’ con grande orgoglio che comunichiamo il successo artistico del 23enne masonese Da…