Home Cronache Locali Enti, Associazioni e Gruppi Comitato Difesa Trasporti Pendolari in croce, il nuovo orario è un caos sui treni

Pendolari in croce, il nuovo orario è un caos sui treni

4 min lettura
0
0
407
pendolari

Non poteva andare peggio il debutto del nuovo orario regionale di , il famoso “cadenzato”.
Ritardi, coincidenze perse, non hanno fatto che esasperare i pendolari, già dubbiosi sui supposti “miglioramenti” che secondo Trenitalia dovrebbero derivare dal nuovo orario.

Nell’articolo Pendolari in croce, il nuovo orario è un caos sui treni di Giulia Destefanis e Valentina Evelli, oltre a interviste ai pendolari della linea Arenzano-Finale Ligure rimasti sui binari ad aspettare coincidenze perdute, vengono raccolti i commenti anche dei viaggiatori della tratta Genova-Acqui, che ci ridono su: «Se il buongiorno si vede dal mattino, a Genova arriviamo in tempo per Natale».
Per i convogli diretti nel capoluogo ligure, nell’ora di punta per studenti e lavoratori, ritardi medi di 20 minuti: 16 minuti per il treno delle 7.03 mentre il diretto delle 7.40 è arrivato a Brignole alle 9.14. Non è andata meglio nella direzione opposta con 16 minuti di ritardo per il treno diretto ad Acqui delle 10.13.

Cristiana Guastavino, pendolare della tratta Arenzano-Finale Ligure, è autrice della petizione su change.org ‘Ridate i treni ai pendolari liguri‘ che ha raccolto 500 firme.
Rabbia e segnalazioni non sono tardate ad arrivare al numero verde e alla casella di mail (800180431 e info@consumatoriliguria.it) messe a disposizione dalle associazioni dei consumatori, almeno una cinquantina in un solo giorno da tutta la Liguria per ritardi e buchi nell’orario. Furio Truzzi, presidente di Assoutenti, spiega che tali dati saranno presentati lunedì prossimo al tavolo tecnico con Regione e Trenitalia. «In questa prima sperimentazione di orario cadenzato si è dato poco spazio alla voce dei pendolari che hanno più di tutti il polso della situazione. D’altra parte, l’esempio dell’istituto Nautico di Camogli, che ha modificato l’orario in base al nuovo orario potrebbe essere seguito da altre scuole e realtà imprenditoriali».

 

Molti i lavoratori che risentono del buco di 2 ore tra le 14 e le 16 sulla Genova-Acqui, dove “salta” la coppia di treni delle 15, che serviva non solo ai lavoratori ma anche a molti studenti…

Se avete segnalazioni vi invitiamo a seguire l’attività del Comitato Difesa Trasporti Valle Stura e Orba.

Per qualsiasi richiesta di chiarimento, di informazioni o per qualsiasi reclamo verso TRENITALIA, ecco il link per la segnalazione on line:
Pendolari in croce, il nuovo orario è un caos sui treni
Vota questo post
Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Comitato Difesa Trasporti

Rispondi