Home Cronache Locali Raccolta differenziata al 60,1% nell’Unione dei Comuni

Raccolta differenziata al 60,1% nell’Unione dei Comuni

2 min lettura
0
0
78
Rifiuti abbandonati alla galleria del Turchino

L’Unione dei Comuni Stura Orba e Leira ha ottenuto da parte dell’Osservatorio regionale la certificazione ufficiale in merito alla raccolta differenziata dei rifiuti.
Il dato del 2016 si attesta al 60,1% di produzione.  
La certificazione annuale è prodotta dall’ARPAL applicando il metodo Orso, l’osservatorio rifiuti sovraregionale.

Si tratta di un applicativo adottato a partire da quest’anno, che ha previsto l’inserimento dei dati sui rifiuti urbani da parte dei 235 comuni liguri entro il 31 marzo 2017.

La normativa nazionale vuole raccolti in maniera differenziata al 65%. Non solo: la stessa normativa prevede che, entro il 2020, almeno il 50% di vetro, carta, plastica, metallo e frazione organica, raccolti in maniera differenziata, siano poi avviati al riciclaggio e recupero di materia o energia.

In merito alla situazione valligiana, è da apprezzare il raggiungimento del 60,1 % della differenziata; considerando, tuttavia, che il parametro regionale richiesto si attesta al 65%, è auspicabile un miglioramento, che non solo eviterà una multa da parte della Regione, ma permetterà di ricevere bonus economici, anche se a livello nazionale sono previste sostanziose decurtazioni solo al superamento del 75%, purtroppo ancora lontano.

Il sindaco di Rossiglione lancia un appello: “Occorre tenere alta la guardia su errati conferimenti ed abbandoni di rifiuti!”. Un esempio eclatante che ha suscitato recenti polemiche è l’accumulo di detriti adiacente la vecchia e storica galleria del Turchino, cui è dedicata la pagina facebook “Salviamo la Galleria del Turchino“.

Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Cronache Locali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Segni di inciviltà

Nessun luogo è esonerato dai segni dell’umanità che caratterizzano la nostra epoca. Anche …