I sentieri della Liguria: un patrimonio immenso, unico in Europa e nel Mediterraneo, una fittissima rete di collegamenti pedonali e di mulattiere che per secoli hanno costituito l’unica via di comunicazione fra il litorale e l’entroterra, fra le vallate e i valichi appenninici da cui scendere nella pianura padana.

MAURIZIO ROBELLO, REGIONE LIGURIA, DIP. AMBIENTE

Una rete, purtroppo che è stata quasi completamente abbandonata a partire dal secondo dopoguerra, con lo sviluppo delle comunicazioni, l’urbanizzazione massiccia delle coste e lo spopolamento delle campagne.

Oggi si lavora a recuperarle, attraverso un progetto della Regione Liguria, attuato con la collaborazione delle Province, degli Enti Parco e dell’associazione Alta Via dei Monti Liguri.

E’ il Progetto REL, rete escursionistica ligure, che attraverso una campagna di rilievi via gps, punta a censire i sentieri, a verificarne le condizioni, e infine a programmare interventi di manutenzione. Alla fine verrà creata una banca dati online, scaricabile dagli escursionisti, con tutti i dati di oltre 2.500 km di sentieri liguri. L’obiettivo è la valorizzazione turistica del patrimonio sentieristico, unico modo per garantirne la sopravvivenza e la rinascita.

SILVIO BORRELLI, PROVINCIA DI GENOVA, SERVIZIO AMBITI NATURALI

ANNARITA BIGLIA, CONSULENTE TECNICO PROVINCIA DI GENOVA

MAURIZIO ROBELLO, REGIONE LIGURIA, DIP. AMBIENTE

http://www.provincia.genova.it/
2014©Produzione ufficio comunicazione
della Provincia di Genova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

75esimo anniversario dell’Eccidio dei 13 martiri di Masone

Sabato 13 aprile si e’ ricordato il 75esimo anniversario dell’Eccidio di Mason…