Home Cronache Locali Pendolari contro ATP per i disagi quotidiani

Pendolari contro ATP per i disagi quotidiani

4 min lettura
0
0
139
ATP

Giovedì 14 febbraio si è svolto un convegno sul tema del pubblico locale, nel quale si è discusso anche dell’integrazione Amt-, prevedendo la creazione delle cosiddette “rotture di carico”, ovvero i punti in cui si creano i capolinea di interscambio alle porte della città, anche se l’ipotesi di realizzazione sarà affrontata tra qualche anno e, come dichiarato dal Presidente di Enzo Sivori, riguarderanno aree di sosta delle linee extraurbane a Prato, al casello Genova Nervi per chi arriva da golfo Paradiso e Tigullio, in zona Pallavicini per la Val Polcevera, a ponente tra Voltri e Pra’.
Da tali dichiarazioni ne conseguono le riflessioni degli utenti ATP che, raccontati da una di loro, rispondono come segue:

“Si evince chiaramente che le linee di ponente si attesteranno a Voltri solo in futuro e quindi è legittimo pensare che noi utenti di ponente della Linea C – , come quelli che provengono da levante, meritiamo il ripristino e il mantenimento del servizio sino a Genova centro così come era prima del crollo del Ponte Morandi.
In questi giorni abbiamo ricevuto la notizia che l’Azienda ATP ci propone, come sperimentazione per testare la fattibilità del ripristino delle corse verso il centro, un unico mezzo per una sola corsa e per giunta riservata agli studenti, così i costi verranno addebitati al MIUR nell’ambito del servizio attivato per l’emergenza Morandi.
La richiesta è una sola: tornare alla normalità e riavere il servizio con le corse verso il centro.”


Per quanto riguarda invece le tariffe, ATP informa che per il terzo anno consecutivo resta bloccato il prezzo degli abbonamenti annuali e mensili; tre le tipologie di abbonamento:

  • Carta Verde per i giovani entro i 26 anni (mensile 45 euro, annuale 405 euro);
  • Carta Libera (mensile 50 euro, annuale 450 euro);
  • cambia l’età per poter viaggiare con la Carta Blu che dal primo marzo è disponibile per tutti gli over 65 anni (fino a oggi era per gli over 60 anni, 40 euro mensile e 360 euro annuale).

Restano invariati gli importi sia mensile (40 euro) che annuale (360 euro), nonché la possibilità di rilascio a chi dimostri un’invalidità accertata di almeno il 60%.

Vengono anche mantenute invariate le tariffe per i mensili integrati Amt e Atp che consentono di utilizzare i vettori di trasporto pubblico che operano nell’area della Città Metropolitana di Genova con un unico abbonamento al costo fisso di 70 euro sia per pendolari sia per studenti. Immutato il sistema tariffario per tutti gli altri tipi di permesso di viaggio.

Vedi più articoli correlati
Vedi più articoli su Cronache Locali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Il nuovo distributore alla Maddalena

E’ ormai vicino il taglio del nastro che inaugurerà l’attività a conduzione fa…